Nerojbleo - Sicilia DOC Rosso - Gulfi Visualizza ingrandito

Nerojbleo - Sicilia Rosso D.O.C. - Gulfi

Il NEROJBLEO è un rosso caldo, solare dalle spiccate caratteristiche di tipicità. Prodotto con un antichissimo vitigno siciliano, il Nero d’Avola da sempre coltivato tra le dolci colline dei monti Iblei, nella provincia ragusana.

13,40€

103-010

4 Articoli

Caratteristiche

ProduttoreGulfi
RegioneSicilia
ClassificazioneSicilia Rosso DOC
StileVino Rosso fermo
UvaggioNero d'Avola
Annata2013
MaturazioneIn botti da 500 e 225 litri per almeno un anno. All’imbottigliamento segue un periodo di affinamento in bottiglia di circa due anni.
OdoreAl naso esprime note di ciliegie sotto spirito impreziosite da sentori di coriandolo e di cumino.
SaporeAl palato colpisce per la freschezza e per la precisione della sua trama tannica. Chiude con un finale morbido e piacevolmente sapido.
AbbinamentiMinestre di legumi, cereali e verdure invernali. Verdure saporite, erbe e formaggi, pasta al forno con melanzane, pomodoro, parmigiano, mozzarella ed erbe aromatiche, o anche la classica Parmigiana di melanzane. Temperatura di servizio non oltre i 18° C
Gradazione13,5% vol.
Volume0,75 l.
Biosi

Altre Informazioni

Il Nero d’Avola si può considerare il vitigno a bacca rossa più tipico e rappresentativo della Sicilia. Il sinonimo Calabrese è una italianizzazione del nome dialettale, “Calaurisi”, che letteralmente significa “uva (cala) di Avola (aurisi)”. In una forma come nell’altra, il riferimento costante al paese di Avola, comune in provincia di Siracusa, indica la selezione del vitigno ad opera dei coltivatori di quella zona. Da lì si è diffuso negli altri comuni del Val di Noto, nel Ragusano e nel Calatino; solo recentemente in tutta la Sicilia. Le vigne più vocate, se coltivate secondo le tecniche tradizionali affinatesi nella storia per affrontare il torrido clima della zona senza ricorrere all’irrigazione, possono dare grandi vini rossi da invecchiamento. L’espressione aromatica, centrata sulla ricchezza matura del frutto scuro, rivela la sua impronta più autentica con le note di origano e di pomodori secchi, legate da un ampio respiro mediterraneo, salmastro. Corrisponde una bocca densa e dolce, percorsa da una acidità sempre vivace che chiude con una presa sapida, particolarmente duratura.

Naturalità 
Naturalità è il principio che da sempre guida il lavoro dell'azienda Gulfi.
La stessa Naturalità che contraddistingue i vini, nati da una viticoltura bio-organica e tradizionale e da una vinificazione non invasiva.

Eros e Psiche

La leggenda di questa antica raffigurazione che si trova a Piazza Armerina, rappresenta Eros (Amore) e Psiche (Bellezza) che per invidia di Venere sono obbligati ad amarsi di nascosto. Questa passione fa nascere una figlia che si chiamerà Voluttà (Piacere). Questo simbolo vuole rappresentare una metafora dove Eros è Gulfi, il cui amore per la sua bellissima terra (Psiche) fa nascere i suoi vini che sono espressione di puro piacere (Voluttà).

La coltivazione ad alberello
L’essenza più pura della Sicilia vitivinicola: l’alberello! E’ l’unica forma di allevamento della vite che permette, in un clima così estremo, di ottenere vini di grande finezza e complessità, che si integra perfettamente con l’ambiente naturale e che non necessita di prodotti chimici invasivi e dell’irrigazione. Un vigneto ad alberello è di difficile gestione, la coltivazione è totalmente manuale: ma è da qui che parte il viaggio nel territorio.

Le contrade di Pachino
I vini provengono da vecchie vigne nelle contrade più antiche e rinomate di Pachino, in Val di Noto: Maccari, Bufaleffi, Baroni e San Lorenzo. E qui nascono i Cru: Neromaccarj, Nerobufaleffj, Nerobaronj e Nerosanlorè, autentiche espressioni dei territori che li generano.

LA VIGNA:
Vigna Coste sita in prossimità di Vigna Campo in Val Canzeria, rappresenta con circa 4 ettari la vigna più estesa nel comune di Chiaramonte Gulfi. L’altitudine media è di 420 m s.l.m., con esposizione est-ovest e giacitura del terreno in lieve pendenza. Il clima è di tipo temperato, caratterizzato da inverni miti ed estati secche, che favoriscono una sana maturazione delle uve. La densità di impianto è di 8.900 viti per ettaro, con forma di allevamento a cordone speronato bilaterale. La produzione di uva, da vigne non irrigate, non supera gli 85 quintali per ettaro.

Scarica

Prodotti Correlati

CHIAMA:

+39 0932 955990
+39 3394010500

Newsletter

Ricevi le Offerte.