Hugonis - Sicilia I.G.T. - Tenuta Rapitalà Visualizza ingrandito

Hugonis - Sicilia I.G.T. - Tenuta Rapitalà

Un «bordeaux» siciliano: il burbero benefico Cabernet Sauvignon nella Tenuta ha incontrato il Nero d’Avola, «che più autoctono non si può» e parla siciliano stretto. Il risultato è una «complessità con le idee chiare»: una fusione tra la forza francese e la morbidezza resistente siciliana.

21,40€

092-010

4 Articoli

Caratteristiche

ProduttoreTenuta Rapitalà
RegioneSicilia
ClassificazioneSicilia I.G.T.
StileVino rosso fermo
Annata2009
MaturazioneRiposano 10 mesi prima di essere assemblati - il cabernet sauvignon matura in barrique di rovere francese ed il nero d’avola in botti di rovere da 30 hl. e poi circa tre mesi prima dell'imbottigliamento.
OdoreAl naso esprime note che richiamano i varietali grazie ad un profilo olfattivo che spazia dalla frutta rossa matura ad evidenti accenni vegetali.
SaporeAl palato è potente, piacevole e profondo, caratterizzato da una trama tannica ben presente e che ricorda il velluto. Chiude con un finale importante, lungo, che ritorna su vaghi richiami di spezie.
AbbinamentiOttimo con antipasti e formaggi, ed in particolare con secondi piatti a base di carne rossa.
Gradazione14,5% vol.
Volume0,75 l.

Altre Informazioni

La tenuta si estende per 225 ettari nel territorio che da Camporeale declina verso Alcamo, su dolci colline fra i 300 e i 600 metri, su una terra dove si alternano argille e sabbie. La perfetta esposizione e la composizione del suolo la rendono ideale per la coltivazione dei vitigni più pregiati.
Su questa terra antica, domina un paesaggio di vigne che si inseguono e disegnano geometrie di filari, che il sole e i colori del mediterraneo trasformano in colline dorate.

Rapitalà è un nome vero, viene dall’arabo (Rabidh-Allah “fiume di Allah” dal torrente che scorre tra i vigneti), e sta a testimoniare che queste campagne furono coltivate fin dall’antichità. Nel corso dei secoli generazioni di agricoltori hanno disegnato la forma attuale e l’identità della tenuta.

La cantina si avvale delle più innovative tecniche di pigiatura, refrigerazione, vinificazione ed imbottigliamento.

Nella barricaia sono oltre 600 le barriques di quercia francese ospitate in un ambiente termocondizionato e 13 botti in rovere. Grande attenzione e rispetto delle caratteristiche varietali per dare il massimo della personalità e dell’eccellenza ai vini.

Le Origini

Nel 1968 Hugues Bernard conte de la Gatinais, nato a St. Malo in Francia nel 1940, per otto anni ufficiale della marina francese, sposa Gigi Guarrasi, discendente di una grande famiglia palermitana. Con lei si impegna in una appassionante e coraggiosa avventura: la ricostruzione con criteri moderni della cantina distrutta dal terremoto della Valle del Belice.

La più grande attenzione del conte de la Gatinais viene dedicata alla riconversione varietale e colturale dei vigneti. Già trent’anni fa in Sicilia vengono affiancati ai vitigni autoctoni i grandi vitigni francesi.

Oggi l’opera iniziata da Hugues de la Gatinais e dalla moglie Gigi viene portata avanti dal figlio Laurent con la stessa cura e la stessa passione.

Rapitalà è una delle più prestigiose cantine siciliane, protagonista indiscussa del rinnovamento enologico dell’isola.

Scarica

Prodotti Correlati

CHIAMA:

+39 0932 955990
+39 3394010500

Newsletter

Ricevi le Offerte.