Nuovo Calderara Sottana - Etna Rosso D.O.C. - Tenuta delle Terre Nere Visualizza ingrandito

Calderara Sottana - Etna Rosso D.O.C. - Tenuta delle Terre Nere

Calderara ricorda il calore, il tepore che le pietre nere trattengono e ritrasmettono alla terra nelle notti fredde.

Calderara Sottana è frutto di vigneti vecchissimi, dai 50 ai 100 anni di età. Di tutti i crus è forse il più completo: come un obiettivo a grandangolo comprende il più ampio panorama, così Calderara sembra contenere ed esibire il più ampio spettro di sapori, profumi, nuances.

65,00€

187-040

3 Articoli

Caratteristiche

ProduttoreTenuta Delle Terre Nere
RegioneSicilia
ClassificazioneEtna Rosso D.O.C.
StileVino dal colore rubino tenue con riflessi mogano.
Uvaggio98% Nerello mascalese, 2% Nerello cappuccio
Annata2016
OdoreAl naso intenso, con note di frutta matura e spezie.
SaporeAl palato è strutturato e pieno, con tannini presenti ma morbidi.
AbbinamentiOttimo con piatti a base di carni, formaggi stagionati. Temperatura di Servizio 18/20° C
Gradazione14% Vol.
Volume0,75 L.

Altre Informazioni

I terreni di Calderara Sottana sono facilmente riconoscibili, anche a colpo d’occhio. Di tutti i crus della D.O.C. Etna sono sicuramente i più sassosi. Tanto che nelle zone esemplari non si vede il terreno dai sassi che ci sono. Grossi come un pugno, leggeri, un misto di pomice nera e basalto. La parola stessa, Calderara, ricorda il calore, probabilmente nata dal tepore che le pietre nere trattengono e ritrasmettono alla terra nelle notti fredde. Il terroir della contrada Calderara è stato originato da colate laviche e depositi vulcano-clastici relative all’attività effusive ed esplosiva del centro eruttivo dell’Ellittico , circa tra i 60,000 e i 15,000 anni fa. Sebbene molto giovane in termini geologici, il suolo dell’Ellittico è lo strato superficiale più antico dove sia possibile piantare. La ragione è semplice: millenni di colate laviche hanno seppellito I suoli più antichi, lasciando, di fatto, solo piccole e rare porzioni del suolo dell’Ellittico. Sul versante nord dell'Etna ci sono quattro o cinque Contrade che hanno “terroir Ellittico”. Tre terreni tuttavia, sono spuri, in quanto la natura ignea dell’Ellittico si è mischiata con terreni alluvionali di natura sedimentaria dovuti allo straripamento del fiume Alcantara. Sul versante nord dell’Etna solo due Contrade su centinaia e centinaia sono "puro" terroir Ellittico: Calderara e San Lorenzo. L’altitudine varia dai 600 ai 700 metri. La vendemmia avviene nella seconda decade di ottobre. Localmente Calderara e i suoi vini godono di una reputazione straordinaria. Il nostro Calderara Sottana è frutto di vigneti vecchissimi, dai 50 ai 100 anni di età. Di tutti i nostri crus è forse il più completo: come un obiettivo a grandangolo comprende il più ampio panorama, così il nostro Calderara sembra contenere ed esibire il più ampio spettro di sapori, profumi, nuances. Floreale e speziato, è aromatico e austero al contempo. Dona una meravigliosa sensazione di pienezza al palato, ma ineffabilmente lieve. Don Peppino, la cui devozione a Calderara lo spinse a coltivarne le vigne per 70 anni, ben descrive i vini di Calderara: “cremosi”, li chiama. E ha ragione. Pollame nobile, ragouts di carni bianche, arista, maiale al latte, coniglio al vino bianco, agnello al forno.

Calderara Sottana 2016

Denominazione: Etna Rosso D.O.C.

Prima annata prodotta: 2003

Zona di produzione: contrada Calderara, comune di Randazzo (Catania)

Varietà di uve: 98% Nerello mascalese, 2% Nerello cappuccio

Superficie vigneto: 15 ha Resa per ettaro: 5 tons/ha

Caratteristiche del terreno: vulcanico, estremamente pietroso, poco profondo, molto ricco di scheletro

Esposizione: versante nord dell’Etna a 600-650 metri s.l.m.

Età media delle viti: dai 50 ai 100 anni

Allevamento: alberello tradizionale etneo convertito a spalliera

Periodo di vendemmia: prima decade di ottobre

Vinificazione: fermentazione alcolica a temperatura controllata (28-30° C)

Affinamento: fermentazione malolattica spontanea e maturazione in barriques, tonneaux e botte grande (10-30 hl) di rovere francese (20% legno nuovo).

Imbottigliamento dopo 16-18 mesi di affinamento in legno e 1 mese di affinamento acciaio

Aspetto: rubino tenue con riflessi mogano

Profumo: intenso, con note di frutta matura e spezie

Sapore: strutturato e pieno, con tannini presenti ma morbidi

Abbinamenti: carni, formaggi stagionati

Temperatura di servizio consigliata: 18-20° C

Grado alcolico: 14 %

Produzione annuale: 13.900 bottiglie (0,75 l)

Scarica

Prodotti Correlati

CHIAMA:

+39 0932 955990
+39 3394010500

Newsletter

Ricevi le Offerte.